did-you-know-that-XyiyaY-clipart

Perchè le onde gravitazionali non hanno vinto il nobel per la fisica 2016

This post has already been read 304 times!

Fonte: Wired.it

Tutti gli appassionati di scienza hanno reagito male, nel momento in cui a Stoccolma è stato annunciato il premio Nobel 2016 per la fisica, dedicato alla materia esotica. Per quale motivo il comitato per i Nobel ha ignorato quella che da molti è stata definita la scoperta del secolo, le onde gravitazionali? In effetti era dal 1916 che l’ipotesi di Albert Einstein attendeva di essere confermata sperimentalmente e la sua verifica ha suscitato grandissimo clamore, oltre ad averci donato un nuovo strumento per studiare il cosmo. Questa prova è arrivata l’11 febbraio 2016, con la gioia dei fisici di tutto il mondo. Lo scorso 14 settembre 2015 gli strumenti del rilevatore Ligo avevano individuato il primo segnale concreto di una perturbazione dello spazio-tempo dovuta al movimento delle grandi masse di due buchi neri in rotazione. Avevamo trovato finalmente una prova delle onde gravitazionali teorizzate da Einstein.

Perché, allora, nel 2016 la grande scoperta non ha vinto il Nobel per la fisica? Probabilmente – lo sapremo con certezza solo tra 50 anni, quando verrà resa pubblica la lista dei candidati al premio di quest’anno -, la risposta è insita nello stesso meccanismo con cui agisce il comitato per assegnare il riconoscimento. Secondo quanto si legge sul sito del Nobel Prize, infatti, esiste una scansione precisa nella procedura di candidatura e nomina del premio.

Ecco come funziona:

Nel settembre dell’anno precedente all’assegnazione del premio, il Comitato del Nobel invia moduli confidenziali a circa tremila persone, tra gli altri a docenti selezionati nelle università di tutto il mondo, premi Nobel in fisica e chimica degli anni precedenti e membri della Royal Swedish Academy of Science.

Entro il 31 gennaio dell’anno successivo, questi moduli devono essere restituiti e da quel momento il Comitato analizza le nomination e prepara una lista preliminare di candidati, che riceverà poi il parere di altri esperti, fino al voto dell’Academy che avverrà a ottobre.

Purtroppo la pubblicazione e l’annuncio ufficiale della scoperta delle onde gravitazionali è avvenuto su Physical Review Letters l’11 febbraio 2016, proprio dopo la scadenza del 31 gennaio per la sottomissione delle candidature. Proporre gli scienziati delle onde gravitazionali, quindi, anche se le voci della scoperta circolavano da settimane, sarebbe stato prematuro. La sconfitta potrebbe essere semplicemente dovuta al rispetto delle regole che ogni anno selezionano i vincitori dei più ambiti riconoscimenti scientifici. Nulla a che vedere con gli effettivi meriti degli scienziati di Ligo e Virgo, quindi? Dovremo aspettare i premi Nobel 2017 per rispondere a questa domanda.