Raspberry PI – Realizziamo un Media Center

This post has already been read 925 times!

Raspberry Pi 2 è il piccolo computer dei miracoli: a 35 euro, questo il prezzo da pagare per entrare in possesso della piccola scheda, è possibile costruire un piccolo client perfettamente funzionante da espandere a piacere (ma non è necessario) aggiungendo schermo, videocamera e altri moduli aggiuntivi venduti a parte. Il Raspberry Pi, un po’ come Arduino, è una base di partenza che permette di realizzare un po’ tutto se agganciato agli accessori adatti e dotato di un sistema operativo adeguato, ma senza troppo impegno e senza esperienza può anche essere comprato e usato da utenti meno esperti.

L’applicazione principe per il Raspberry è il Media Center: il piccolo computer può gestire senza problemi Kodi, uno dei mediacenter open source più diffusi al mondo (il vecchio XBMC). Kodi è un media center completo ed espandibile grazie ad un numero pressoché infinito di add-on e espansioni create dalla community, e gestisce file locali, file di rete, streaming da servizi web per video, musica e foto. Caricare Kodi su Raspberry è semplicissimo: basta scaricare OpenElec, una piccola distribuzione linux ottimizzata e già pronta per il piccolo computer.

L’immagine da 100 MB circa va caricata su una memoria SD e inserita nello slot: dopo pochi secondi sul TV vediamo apparire la schermata principale del Media Center, completamente in Italiano e pronta per essere utilizzata.