Come Vedere una Eclissi

This post has already been read 1876 times!

L’eclissi è un evento magnifico e sono molte le persone che investono tempo e passione per riuscire a vederne una. L’eclissi è in sostanza un fenomeno che avviene quando un oggetto passa attraverso l’ombra di un altro. Anche se il concetto di eclissi solare è più familiare, esiste pure quella lunare, e vale proprio la pena vederle, soprattutto se sei un vero astronomo. Le parole e le immagini non possono sostituire l’esperienza di vedere un’eclissi coi propri occhi.

Le eclissi di Sole avvengono quando la Luna blocca i raggi solari diretti sulla Terra. Quando ciò accade, il Sole, la Luna e la Terra sono allineate, e grazie al fatto che il Sole è 400 volte più lontano dalla Terra rispetto alla Luna e 400 volte più grande della Luna, entrambi appaiono approssimativamente della stessa dimensione dalla nostra prospettiva. Le eclissi solari possono essere parziali o totali. Ciò dipende dalla tua posizione rispetto al “cono d’ombra”, quella piccola porzione di Terra colpita dall’ombra della Luna. Per tutti gli altri l’eclissi è parziale, visto che sono posizionati nella “penombra”, la parte esterna al cono d’ombra. La durata di un’eclissi totale varia da un minimo di pochi secondi a un massimo di sette minuti e mezzo, considerando che l’ombra si muove lungo il cosiddetto “percorso della totalità”. Esiste anche una “eclissi anulare”, e avviene quando la Luna si sposta davanti al Sole, ma non lo copre del tutto.
Le eclissi lunari totali sono meno frequenti rispetto a quelle solari totali, infatti quelle Lunari avvengono in media due volte all’anno, mentre quelle lunari totali si verificano solo ogni due o tre anni. Un’eclissi lunare totale si verifica quando la Luna entra nel cono d’ombra della Terra e diventa di colore rosso (da qui il termine “Luna rossa”). Questo tipo di eclissi può durare da una a sei ore, se si considera anche il tempo in cui avviene il passaggio nella regione di penombra.

PassaggiView an Eclipse Step 1 Version 2.jpgImpara alcune informazioni sulle eclissi. Il fenomeno delle eclissi è davvero molto interessante, perciò passa un po’ di tempo a leggere qualche informazione a riguardo. Prendi in prestito dei libri dalla biblioteca o ricerca delle informazioni su siti di astronomia che spieghino il fenomeno dell’eclissi e che mostrino foto di quelle già avvenute. Condividi le informazioni che apprendi con gli altri per invogliarli a conoscere questi fenomeni astronomici.

Scopri dove e quando avvengono le eclissi. È difficile vedere un’eclissi se non sai quando si verifica! Il modo migliore per sapere quando avviene un’eclissi è seguire gli aggiornamenti su siti internet affidabili. Inoltre, libri e riviste di astronomia contengono sempre degli aggiornamenti sulle eclissi in arrivo. È anche possibile installare dei programmi che avvisano riguardo eclissi imminenti. Leggi le recensioni di ognuno di questi programmi per sapere come funzionano e se sono utili. Alcuni siti da tenere in considerazione sono:

 

Il sito internet della Nasa — contiene dettagli sia sulle eclissi solari sia sulle eclissi Lunari

[www.mreclipse.com/MrEclipse.html MrEclipse.com] — include la previsione delle eclissi insieme ad alcuni metodi di base per poterle vedere

Utelio — contiene le date delle prossime eclissi, fino al 2030.

Alcuni tra i tuoi blog o siti di astronomia preferiti potrebbero essere sempre aggiornati in merito alle eclissi che stanno per avere luogo.

 View an Eclipse Step 3 Version 2.jpg
Controlla il meteo per quando è prevista un’eclissi. Alcune condizioni atmosferiche possono impedire la visione delle eclissi, per esempio se il cielo è nuvoloso o c’è una tempesta. Se il meteo dice che il cielo sarà sereno, allora le condizioni sono favorevoli! Per sapere come sarà il tempo, vai su www.meteo.it/.

 

View an Eclipse Step 4 Version 2.jpg

Visita in anticipo il sito da cui intendi vedere l’eclissi. Se hai intenzione di vederla dal giardino di casa tua, allora conosci già abbastanza bene la zona, ma se vuoi dirigerti in un luogo da cui è possibile vederla meglio, allora cerca di raggiungerlo in anticipo per conoscere il tipo di terreno, se c’è possibilità di parcheggio, se ci saranno altre persone, ecc. Quando scegli un sito da cui vedere l’eclissi, puoi seguire alcune linee guida per trovare quello migliore:

Vista: scegli un sito in cui ci sia una buona visuale dell’orizzonte, in modo da poter vedere l’ombra durante tutto il percorso.

Comodità: controlla se ci sono bagni, luoghi per mangiare, posti all’ombra, ecc.

Accessibilità: controlla se è semplice da raggiungere, se si può parcheggiare con facilità, se si può camminare in sicurezza, e così via.

Familiarità: cerca di capire se in quel luogo si raduneranno decine di turisti. Se è un posto facilmente raggiungibile dagli autobus, è provvisto di parcheggi per autobus, ed è famoso su Twitter e su Facebook, allora stai sicuro che sarà pieno di gente durante l’eclissi! Se conosci qualcuno che ha una casa in campagna, una fattoria o un campo all’aperto in una zona adatta a vedere l’eclissi, considera l’idea di chiedergli di poterla vedere da lui.

 

View an Eclipse Step 5 Version 2.jpg
Preparati. Nella sezione seguente imparerai cosa portarti appresso per poter godere dell’eclissi in tutta comodità e sicurezza. Inoltre, se vuoi cogliere l’occasione per organizzare un evento, porta con te dei panini e degli amici per fare un picnic.

Metodo 1 di 3: Eclissi Solare

 

View an Eclipse Step 6 Version 2.jpg
Informati riguardo ai metodi che non devono essere utilizzati per vedere un’eclissi solare (o il Sole). Ricordati anche di informare tutte le persone di cui sei responsabile per accertarti che si godano lo spettacolo in sicurezza. Non guardare mai un’eclissi attraverso binocoli, telescopi, occhiali, occhiali da sole, vetri affumicati, coperte ignifughe, CD, filtri polarizzati o pellicole. Nessuno di questi metodi è in grado di proteggere efficacemente i tuoi occhi. Anche se le lunghezze d’onda visibili dall’occhio umano vengono bloccate da questi supporti, in realtà è la luce non visibile che danneggia la retina. Le lunghezze d’onda negli infrarossi e negli ultravioletti riescono comunque a passare, e possono fare molti più danni della luce visibile.

 

View an Eclipse Step 7 Version 2.jpg

Usa un filtro solare. Se scegli di guardare direttamente il Sole (anziché proiettarne l’immagine su un supporto), allora devi sempre utilizzare un filtro solare. Anche se è possibile vedere direttamente un’eclissi solare totale senza protezioni durante la “totalità”, solo un osservatore con molta esperienza è in grado di determinare con precisione quando è sicuro farlo, e quando bisogna rimettere sugli occhi il filtro solare, prima che il Sole ricompaia. Visto che molte eclissi sono parziali, e che molti osservatori sono inesperti, è molto più sicuro guardare l’eclissi attraverso un filtro solare. Anche la più breve occhiata al Sole senza protezione può danneggiarti la vista, perciò anche con il 99,9% di protezione, il Sole è comunque pericoloso.

Quando scegli il filtro solare per un telescopio o per il binocolo, è di vitale importanza che ne scegli uno dello stesso modello e della stessa marca dello strumento che utilizzi. Se il filtro non copre integralmente la lente, o se viene usato in maniera scorretta, possono verificarsi danni permanenti alla retina.

 

View an Eclipse Step 8 Version 2.jpg

Realizza uno strumento fatto apposta per guardare l’eclissi. È molto semplice realizzare a casa uno strumento fatto apposta per vedere le eclissi solari e, in generale, permette di vedere le eclissi in maniera sicura senza spendere neanche un soldo, a parte quello della carta per cartelloni. L’unico svantaggio è che produce un’immagine molto piccola, ma è lo strumento ideale per i bambini e i ragazzini che si divertiranno un mondo a realizzarli e a guardarci attraverso l’eclissi solare.

Procurati un grosso pezzo di carta per cartelloni o del cartoncino. Taglia un quadrato di 5 cm di lato al centro del foglio.

Copri il buco con un pezzo di carta stagnola. Pratica un piccolo foro al centro della carta stagnola (usando una puntina o la punta appuntita di una penna). Puoi praticare più fori, in modo da vedere più eclissi contemporaneamente.

Trova un buon posto per vedere l’eclissi. Una superficie liscia e luminosa è l’ideale, e l’opzione migliore è il cemento. Se non trovi un posto del genere, usa un altro po’ di cartoncino e stendilo sul pavimento o tienilo in mano. Avere due cartoncini è una buona idea, in questo modo variando la distanza tra essi puoi modificare la dimensione e la luminosità dell’immagine del Sole riflessa sul secondo cartoncino.

Rimani con la schiena rivolta verso il Sole. Tieni il cartoncino a una certa distanza dal pavimento. Accertati di non coprire il foro, e di permettere l’ingresso dei raggi solari. Il cartoncino deve essere rivolto verso il Sole.

Ora dovresti essere in grado di vedere un cerchio perfetto sul pavimento o sull’altro pezzo di cartoncino. Avvicina o allontana il cartoncino forato dalla superficie per mettere a fuoco l’immagine. È molto importante, visto che alcune eclissi sono molto piccole, perciò vedere un’immagine sfocata non è per nulla soddisfacente. Avvicinando e allontanando il cartoncino forato dalla superficie, aumenti e riduci anche la luminosità e la dimensione dell’immagine. La distanza migliore è a un metro dalla superficie.

Quando si verificherà l’eclissi, il circolino si ridurrà e acquisirà la forma di una Luna crescente, se l’eclissi è parziale. Se l’eclissi è totale diventerà una piccola “O” illuminata.

Potresti anche usare una macchina fotografica a foro stenopeico — leggi questo articolo per maggiori informazioni su come realizzarla tu stesso.

 

View an Eclipse Step 9 Version 2.jpg

Usa uno strumento per proiettare l’immagine del Sole. Puoi proiettare l’immagine del Sole attraverso un binocolo o un telescopio, ma è un metodo sicuro solo se li usi come proiettori, e non per guardarci attraverso. Non guardare maiattraverso un binocolo o un cannocchiale mentre stai proiettando l’immagine del Sole! Ecco come usare questi strumenti per proiettare l’immagine del Sole:

Copri una delle lenti frontali dell’obiettivo con un pezzo di cartoncino o con il coperchietto in dotazione.

Posizionati con le spalle rivolte verso il Sole. Afferra il binocolo con una mano, e puntalo verso l’eclissi in modo che la luce passi attraverso la lente scoperta. Usa l’ombra del binocolo per aiutarti con l’allineamento.

Osserva l’immagine proiettata su uno schermo, un muro o su un foglio di cartoncino bianco. Assicurati il binocolo stia a 30 cm dalla superficie di proiezione. Regola la distanza fin quando non appare nitidamente l’immagine dell’eclissi. Più allontani il binocolo dalla superficie, più sarà grande l’immagine proiettata.

Quando riesci ad acquisire familiarità con questo metodo, prova a mettere il binocolo su un supporto, come un treppiedi, o appoggialo su una sedia o un tavolo. L’immagine sarà molto più nitida grazie all’assenza di tremolii.

Se usi questo metodo per osservare il Sole a prescindere dall’eclissi, togli il binocolo da sotto il Sole ogni minuto per evitare che si surriscaldi. Fallo raffreddare per un minuto prima di rimetterlo sotto il Sole.

 

View an Eclipse Step 10 Version 2.jpg
Usa gli occhiali da saldatore. Il vetro da saldatore è il filtro più economico e disponibile che si possa utilizzare per osservare il sole a occhio nudo. Il vetro deve coprire totalmente l’occhio durante tutto il periodo di osservazione. Questo tipo di vetro può essere utilizzato davanti al binocolo. Ricorda ancora di coprire tutte le lenti, e se non è possibile coprirle entrambe, chiudine una con il coperchietto appropriato.

 

View an Eclipse Step 11 Version 2.jpg

Usa un filtro apposito. Questa scelta è sicuramente più costosa, è adatta a chi è appassionato di astronomia o a hobby simili ed è disponibile a spendere un po’ di soldi per delle attrezzature costose. Esistono binocoli e telescopi che vengono venduti già provvisti di filtri solari per cifre abbastanza elevate. È consigliabile acquistare uno di questi strumenti solo se sei un appassionato di astronomia di vecchia data. Esistono anche dei filtri che possono essere acquistati per essere montati su binocoli e telescopi. I filtri solari sono la scelta migliore quando si tratta di grossi telescopi, perché oltre a proteggerti gli occhi, proteggono la lente del telescopio (leggi la sezione “Avvertenze” per maggiori informazioni). Sono molti gli avvertimenti da fare in questo senso. Per prima cosa assicurati che l’oggetto che hai acquistato sia un vero e proprio filtro solare, perché quelli ordinari non proteggono dai raggi dannosi. Inoltre devi assicurarti che il filtro sia compatibile con la marca e il tipo di strumento che utilizzi. Acquista il filtro da un venditore affidabile. Se hai dei dubbi sulla sicurezza del filtro, non usarlo, e se hai bisogno di un suggerimento, portalo in un club di astronomi o al planetario più vicino e fallo vedere a un esperto. Se i soldi non sono un problema, considera l’idea di acquistare un filtro solare H-alpha, un accessorio che garantisce la possibilità di vedere la prominenza del Sole e persino i più piccoli dettagli. Di seguito vengono presentati alcuni consigli da tenere a mente quando si acquista un filtro solare:

Controlla se la superficie del filtro è danneggiata, prima di montarlo. Il Mylar si rovina facilmente, e se accade ciò il filtro non può essere utilizzato.

Assicurati che il filtro sia ben assicurato, quando è stato montato. Se è necessario, assicuralo con del nastro per evitare che cada.

Anche se esistono dei filtri che è possibile avvitare sugli oculari, è altamente consigliato di non utilizzarli su binocoli e telescopi. La luce focalizzata può filtrarvi attraverso o perforare il filtro per via dell’intenso calore dei raggi solari concentrati nell’obiettivo. Anche la più piccola crepa nel filtro può danneggiare irrimediabilmente la vista.

Metodo 2 di 3: Eclissi Lunare

 

View an Eclipse Step 12 Version 2.jpg
Preparati a fare le ore piccole. Le eclissi lunari si verificano solo quando la Luna è piena e incrocia l’orbita terrestre in un punto chiamato “nodo”. La notte deve essere serena e chiara.

 

View an Eclipse Step 13 Version 2.jpg
Puoi vedere l’eclissi lunare a occhio nudo o se preferisci con uno strumento.L’eclissi lunare si verifica quando la Terra è frapposta tra il Sole e la Luna, ed è totalmente sicuro osservarla a occhio nudo e senza filtri.

 

View an Eclipse Step 14 Version 2.jpg
Vestiti in maniera appropriata. Dato che l’eclissi lunare si vede di notte, la temperatura sarà probabilmente bassa, perciò assicurati di essere ben coperto e portati appresso un thermos con una bevanda calda. Portati anche qualcosa su cui sederti, perché l’eclissi durerà per più di un’ora.

 

View an Eclipse Step 15 Version 2.jpg
Se hai intenzione di fotografare l’eclissi lunare, leggi una questa guida per avere maggiori dettagli in merito.

Metodo 3 di 3: Essere un Appassionato di Eclissi

Le eclissi per alcuni rappresentano una vera e propria passione, ci sono persone che sarebbero disposte a tutto per vederne il più possibile, soprattutto quelle totali. Se stai iniziando ad appassionarti alle eclissi e vuoi farne il tuo prossimo hobby, di seguito troverai delle informazioni su come coltivare questa tua passione.

 

View an Eclipse Step 16 Version 2.jpg

Se ti sei davvero appassionato al mondo delle eclissi, considera l’idea di diventare un “cacciatore di eclissi”. Alcune persone viaggiano per tutto il mondo pur di trovare il luogo perfetto per vedere un’eclissi. Tieniti aggiornato sulle eclissi in arrivo, e cerca di capire se hai la possibilità, in base ai luoghi in cui si verificheranno, di prenderti del tempo per poter raggiungere quelle località, se puoi permetterti i soldi del biglietto e l’alloggio, e se hai anche la possibilità di fare una bella vacanza, nel frattempo! Esistono compagnie di viaggi che offrono pacchetti appositi, e si possono trovare cercando su internet. Potrebbe essere molto divertente riuscire a unirsi a un gruppo di appassionati come te!

Sappi che questo tipo di passione può essere costosa, e che non c’è nessuna garanzia che il cielo sarà perfettamente limpido. Dovrai inoltre portarti l’equipaggiamento per poter vedere l’eclissi, e accertarti che non si rompa nel viaggio, perciò è meglio che la tieni con te tutto il tempo.

 

View an Eclipse Step 17 Version 2.jpg
Informati in maniera approfondita sulle tecniche di astrofotografia, se ami le eclissi. Impara anche a prenderti cura dei filtri solari come spiegato precedentemente. Saper fotografare le eclissi e il cielo notturno è quasi un’arte. Inizia leggendo le esperienze di chi ha già scattato foto delle eclissi. Su internet sono presenti molti siti dedicati all’argomento, gestiti dagli amanti di quest’arte.

 

View an Eclipse Step 18 Version 2.jpg
Considera l’idea di aprire una comunità per le persone che condividono la tua passione per le eclissi. Puoi fare un atto di generosità e includere bambini e adulti che non hanno la possibilità economica di coltivare questa passione, per poter offrire loro l’opportunità di osservare qualcosa di magnifico, cosa che non potrebbero fare altrimenti.

 

Consigli

Spesso si dice che le eclissi solari sono rare, ma non è così. È solo difficile che si verifichino nel luogo in cui vivi! Ecco perché alcune persone decidono di viaggiare per vederne il più possibile nel corso della propria vita.

Se non puoi vedere l’eclissi all’aperto, guardala sul sito della NASA.

Scegli attentamente le persone con cui decidi di guardare un’eclissi. Se vai in un posto solo per vedere l’eclissi, puoi anche considerare l’idea di andarci da solo. Se vuoi andare a vedere l’eclissi perché vuoi condividere questa esperienza e creare dei ricordi, allora puoi scegliere di andare con degli amici silenziosi. Evita di portarti appresso persone che non sono interessate, per il tuo e il loro bene.

Le eclissi totali permettono agli scienziati di studiare la corona del Sole. Le osservazioni compiute durante le eclissi hanno senza dubbio aiutato gli astronomi a capire che il nostro Sole è una stella ordinaria, a confronto con le altre nell’Universo.

Avvertenze

Tieni sempre d’occhio i bambini durante un’eclissi e non lasciarli mai soli con gli strumenti. Non perderli di vista un attimo!

Non guardare mai direttamente il Sole, neanche durante un’eclissi. Oramai ti dovrebbe essere chiaro.

Pensa prima di tutto alla sicurezza. Oltre ai problemi comuni riguardo la vista di cui abbiamo già parlato a proposito delle eclissi solari, pensa anche alla tua sicurezza personale. Fissare il cielo può renderti vulnerabile a ladri o a persone che intendono farti del male. Se l’eclissi si verifica in un luogo tristemente famoso per la sua mancanza di sicurezza, prendi le giuste precauzioni e cerca di non viaggiare da solo (se l’eclissi si vede dal giardino di casa tua, allora sei fortunato!). Viaggia con un amico o con una persona che conosci, e cerca di stare all’erta durante l’eclissi. Fai inoltre attenzione a quei luoghi totalmente fuori mano, alle persone distratte alla guida e a tenere la macchina chiusa e la roba di valore al sicuro quando ti dirigi in un luogo affollato.

Fai attenzione agli animali selvatici. Alcuni animali potrebbero comportarsi come se fosse giunta la notte, e potrebbero dirigersi verso le proprie tane.

Non lasciare mai incustodite le attrezzature senza il filtro montato, in caso a qualcuno venisse in mente di guardarci attraverso senza avvisare. Cerca di rimanere sempre vicino alla tua attrezzatura e, se necessario, metti un segnale di allerta. Se devi allontanarti, portati appresso l’attrezzatura.

Più è grande il telescopio, più è probabile che si danneggi con il metodo sopra descritto per la proiezione dell’immagine del Sole, soprattutto se esposto per lunghi periodi. Ciò accade perché il calore generato dai raggi solari è intenso, perciò usa un telescopio semplice con lenti refrattarie o uno newtoniano (con specchi), e non strumenti più complessi come i catadiottri.

Se sei afachico (ti è stato rimosso il cristallino in seguito a una cataratta o una lesione), allora devi usare un filtro solare appropriato per assicurarti che gli occhi siano protetti durante l’eclissi.

Cose che ti Serviranno

  • Cartoncino, almeno due fogli per persona
  • Una penna o una matita
  • Carta stagnola
  • Telescopio o binocolo
  • Filtro solare

Lascia un commento